CHI SONO

silly_ire_gio_gioHo cominciato a pensare di poter essere, forse, incinta una sera mentre stavo bevendo una birra sul terrazzo del mio vicino di casa. Era una sera calda, un assaggio precoce d’estate. Al pensiero di me mamma, un brivido freddo mi ha attraversato la schiena. Ho finito la birra che avevo in mano e ne ho aperta immediatamente un’altra. Meglio godersela tutta adesso, ho pensato, che magari tra poco finisce la pacchia. E così ho rollato una sigaretta e, dopo cena, sono andata a bermi un mojito. Già che c’ero meglio far le cose per bene.

Sono fatta così io; una perfezionista.

Quando ho avuto il coraggio di fare il test di gravidanza e ho scoperto di essere effettivamente incinta, ho mangiato un panino al salame e ho comprato una bistecca alla fiorentina da fare al sangue sulla brace, perché sapevo – nel frattempo mi ero informata – che con ogni probabilità non avrei più potuto mangiarne per ben 9 mesi.

E così sono stati 9 mesi di voglia di salame-bistecca-mojito-sigarette, 9 lunghissimi mesi nei quali ho frantumato i nervi di tutti gli amici e i parenti, vicini e lontani, con la triste storia della ragazza che voleva mangiarsi un panino al salame ma non poteva. Nessuno ha pianto per me e io ancora non me ne capacito.

Non sono mai stata votata al sacrificio, semmai alla disciplina, ma al sacrificio mai. Posso mangiare un quarto di fetta di prosciutto al giorno per il solo fascino straordinario che esercitano su di me le regole, ma non potrei mai farlo per osservare una dieta.

Non sono riuscita mai in 9 mesi a fare delle regole alimentari della gravidanza una disciplina e così mi sono dovuta sacrificare per il bene di mia figlia e sono arrivata al parto un poco stressata.

Che dire. Poi succede che un giorno, dopo un dolore ineguagliabile e indimenticabile, ti mettono in braccio una cosina con gli occhi grandi che appena nata sembra già esperta del mondo e si attacca a te per non mollarti più… e tutto cambia. Perlopiù in bene. Ma anche no.

Questo blog inizia lì. Inizia in quei giorni in cui hai voglia di fare qualcosa ma non sai cosa, in quei giorni in cui realizzi che la vita è cambiata per sempre e senti il bisogno di dire com’è. Questo blog è il blog di una donna che ha… gli anni che ha…, è disordinata, un po’ dissociata, alterna un ottimo carattere ad uno, invece, pessimo e, ad un certo punto è diventata mamma. Questo è il blog che racconta come nove mesi non sempre bastino a prepararsi alla maternità ma alla fine… si può fare.

Anche più di una volta.

Ed è anche divertente.

1 Comment

Write A Comment