L’ELSA VIVA E IL PARCO FLUVIALE DELL’ALTA VALDELSA

UN POMERIGGIO DI ACQUE TURCHESI, PACE E NATURA

elsa viva fiume turchese balneabile toscana gracciano

Quando in città il caldo si fa intollerabile cresce la voglia di un bel tuffo in acque gelate. Qualche volta, però, il tempo per andare al mare proprio non c’è e la piscina, con tutta quella folla che si contende una delle poche sedie a sdraio, non esercita su di noi alcun fascino. Che fare?

Un giorno alla ricerca disperata di idee nuove su fiumi e laghi balneabili vicini a Firenze mi sono imbattuta in un post del blog I Rintronauti – grandissima risorsa per chi viaggia in Toscana – che parlava del fiume Elsa, in particolare del tratto chiamato Elsa Viva. Le foto mostravano un fiume molto pacifico ma soprattutto delle acque di un turchese pazzesco. Quasi non avevo finito di leggere il post che era già pronta la borsa con asciugamani e costumi e in men che non si dica stavamo partendo alla volta del nostro meritato refrigerio.

IL FIUME ELSA E IL SUO TRATTO TURCHESE

elsa viva fiume turchese balneabile toscana gracciano

Il fiume Elsa è un fiume lungo 63 Km che nasce nei dintorni di Siena e si snoda tra le campagne toscane fino ad arrivare quasi a Pisa. Il suo primo tratto, chiamato Elsa Morta, scorre alimentato principalmente da acque piovane fino a che, nella frazione di Gracciano nel comune di Colle Val d’Elsa non si incontra con le acque tiepide delle Caldane – conosciute per le proprietà terapeutiche – e con quelle delle Vene – che un tempo servivano ad alimentare i mulini della zona – e diventa Elsa Viva.

Proprio a Gracciano l’Elsa passa sotto il ponte di san Marziale ed è proprio da quel momento che inizia l’area tutelata chiamata Parco Fluviale dell’Alta Valdelsa. Poco dopo il ponte il fiume fa un salto enorme creando una imponente cascata, chiamata cascata del Dioborrato, che si conclude in un piccolo lago profondo 10 metri. Da quel momento le acque diventano turchesi per un lungo tratto.

elsa viva fiume toscana gracciano colle val d'elsa cascata dioborrato

All’interno di quest’area,nel percorso urbano dell’Elsa Viva, nel tratto di 4 Km che va dal ponte di san Marziale al ponte di Spugna, l’Arci Pesca cittadino ha messo a punto un percorso chiamato Sentierelsa che rende l’esplorazione della zona veramente molto piacevole. È un percorso di circa 3 ore andata e ritorno che però scorrono veloci grazie alle acque fresche e alla fitta vegetazione .

IL SENTIERELSA; UNA GIORNATA ALLA SCOPERTA DEL FIUME ELSA

elsa viva fiume toscana gracciano colle val d'elsa percorso sentierelsa

Tra scale, ponticelli tibetani e cartelli esplicativi sulla flora e la funa della zona il Sentierelsa si presta molto bene ad una giornata con i bambini. È un percorso facile, interessante, e ogni tanto ci si opu concedere un bagnetto o fermare per un pic-nic. Noi abbiamo fatto il bagno a circa metà percorso e l’acqua era piacevolmente gelida, dall’odore leggermente sulfureo tipo acqua termale e ci siamo immaginati che fosse l’apporto dell’acqua delle Caldane. Il fondo è un po’ scivoloso e a Giorgina abbiamo lasciato i sandali ai piedi (erano di quelli tipo medusine che vanno anche in acqua) dopo averla vista scivolare un paio di volte.

elsa viva fiume toscana gracciano colle val d'elsa percorso sentierelsa

Sulla balneabilità ho avuto qualche dubbio, data l’area urbana. Non ci sono segnali che indicano che il bagno si può fare ma nemmeno che non si può fare. Dunque l’attrazione verso l’acqua è stata più forte e vista tutta la gente che era già a mollo non abbiamo potuto trattenere un tuffo. D’altra parte ho pensato che mica ce lo facciamo tutti i giorni il bagno, no? Comunque se siete di quelli che senza avere le analisi dettagliate delle acque non vi tuffate, allora non mi prendo la responsabilità di suggerirvi questa gita fuori porta!

COME ARRIVARE

Per arrivare sull’Elsa Viva lungo il Sentierelsa basta prendere il raccordo Firenze-Siena e uscire a Colle Val d’Elsa. Una volta arrivati a Colle Val d’Elsa (città bassa), alla prima rotonda invece di andare a destra verso Colle Alta prendete la circonvallazione a sinistra e proseguite fino alla frazione di Gracciano. Vi accorgerete comunque che lungo il percorso troverete le segnalazioni per il Parco Fluviale dell’Alta Valdelsa. Al Ponte di San Marziale siete arrivati, parcheggiate prima del ponte e scendete sulla sinistra; troverete le indicazioni Sentierelsa.

Buon bagno a tutti!

 

 

Irene
Author

2 Comments

  1. Bello grazie.
    Ma che ci son parecchi bambini in codesto posto?

    • Irene
      Irene Reply

      🙂 quando siamo andati c’erano solo i miei, a dire il vero 😛

Write A Comment