Il superamento del lettino con le sbarre fin dai primi mesi – in accordo più o meno intenzionale con il metodo montessori – è ormai sempre più diffuso ed è in crescita esponenziale il numero di coloro che cercano soluzioni un po’ meno selvagge del semplice materasso poggiato per terra per arredare la camera dei piccoli secondo questa esigenza.

Ammetto che noi, fino ad adesso, abbiamo fatto parte della categoria dei “less is more” fornendo a Giorgina prima un semplice materasso poggiato sul tappeto, poi un modesto upgrade con l’inserimento di una vera e propria rete a doghe e un materasso di qualità e spessore superiore.

Adesso però arriva il fratellino e si fa sempre più urgente pensare alla sistemazione della camera in vista delle nuove esigenze logistiche. Lettini separati o letto a castello? Li spostiamo nella camera grande e noi ci mettiamo nella cameretta, oppure troviamo il modo di stringerli tipo sardine – i due e tutto l’armamentario per l’intrattenimento infantile – nella stanzetta dove adesso largheggia G.? In ogni caso indubbiamente anche il nuovo arrivato godrà del lettino montessoriano e dei suoi molteplici vantaggi e dunque che fare?

Da tempo ormai si condividono sul web i progetti di modifica “estrema” dei mobili IKEA che vengono trasformati, da provetti bricoleur, in oggetti dal fascino completamente diverso e originale. Sul sito Ikea Hackers, ad esempio, si trova un numero spropositato di progetti per personalizzare i propri mobili IKEA e vale sicuramente una visita. Uno dei progetti più popolari è l’hackeraggio del letto a castello reversibile KURA di Ikea che, più di ogni altro in circolazione, si presta ad una sistemazione montessoriana.

Qui sotto una gallery per farvi un’idea delle molteplici variazioni che si possono ottenere con poco più di 100 euro di struttura letto:

Noi ci stiamo lasciando tentare dall’opzione “a castello”; mettere Giorgina, che ormai se la cava alla grande, al piano di sopra e sfruttare il sotto “à la Montessori” per il fratello. Certo è che la variante semplicemente “sottosopra” con uno sbassamento della rete all’altezza del pavimento permetterebbe di avere anche un minimo di spondina al piano inferiore e perciò avrebbe un suo fascino dovuto alla praticità; in questo caso i KURA dovrebbero essere due, uno per Giorgina e uno per il fratello. Vi terrò aggiornati sui lavori in corso.

Sappiate che per adesso il mio preferito è il PRIMO della GALLERY, mentre quello del Barbapapà è il TERZO. Progetti notevoli ma il grillo parlante mi dice che non andremo oltre il mettere semplicemente il letto sottosopra come nell’ultima immagine… Ehm… Chi vuole scommettere?

Qualcuno ha altre idee interessanti da segnalare per gli appassionati del DIY?

 

 

P.S. Se l’argomento vi interessa potete anche andare a seguire su Pinterest la mia selezione “in-progress” di idee per comprare o fare da soli il lettino montessoriano per i vostri piccolini! 😉

 

Irene
Author

14 Comments

  1. Ciao! scopro il tuo blog grazie ad una ricerca di testimonianza con il lettino montessoriano. la tua intervista è molto ben fatta e utile, mettero un link nel mio prossimo articolo 🙂
    Se posso ti vorrei fare un suggerimento per l’arrivo del fratelino: Sai, il letto a castello puo’ essere un vero pericolo di caduta non solo per Giorgina ma anche per il fratellino, sopratuto se dorme in un letto senza sbarre. Come farete per evitare con lui salga? mettere una barriera? ma la notte quando Giorgina dormira e magari avrà voglia di scendere? questa significa togliere liberta anche a Giorgina… so che è la soluzione più semplice che viene in mente ma valutate bene perche secondo me per motivi di sicurezza va un po contro tutte le belle idee del lettino montessoriano…
    invece cosa dicci di un lettone a terra dove fare dormire tutte due insieme? sul mio blog francese ho intervistata una maman che lo fa con due (presto tre) figli e si trova benissimo perche alla fine rientra anche nello spazio gioccho e non “mangia” spazio in camera
    ecco’ spero che questi pensieri vi saranno utile nelle vostre riflessioni, comunque bello il site ikea hackers vado i vaderlo subito!

    • Irene
      Irene Reply

      L’idea del lettone unico è molto moto bella e romantica, la prenderò in considerazione anche se mi piace che simbolicamente ognuno possa prendersi cura e ragione dei suoi propri spazi per dormire. Il letto a castello lo abbiamo già scartato, comunque, per lo stesso motivo. La decisione finale è che loro si prenderanno la camera grande e dunque vorrei che la convivenza fosse si naturale, ma non forzata. Ognuno deve avere la possibilità di ritagliarsi il suo spazio quando ne sente il bisogno. Considera che alcune volte Giorgina ha chiesto di venire a leggere una storia nel lettone con noi per poi invece scegliere di dormire nel suo letto; trovo questa possibilità di gestione del sé molto bella! 🙂

  2. Martina Mengozzi Reply

    Ciao Irene ti seguo da un pò e ti ringrazio per le tante idee.
    Anche io attualmente mi sto scervellando per fare al mio bimbo di 6 mesi un lettino Montessoriano senza lasciarci un patrimonio (diciamoci la verità i Woodly sono fantastici ma costano una follia). quando ad un certo punto questa sera, proprio pochi minuti fa mi si è accesa una lampadina! Ma fare la struttura con un semplice bancale? Chiaramente lo farei fare (sono abbastanza una frana col fai da te), ma forse un falegname non ti chiede prezzi folli. Insomma volevo solo condividerti quest’ultima idea e ti farò sapere com’è andata.
    Un bacio,
    Martina mamma di Mario

    • Irene
      Irene Reply

      Ottima idea! Fammi sapere e magari anche con foto!!! 🙂 Ma te ne butto là anche un’altra: e un tatami invece? Alla fine con 100 euro ci si compra uno 90×200… Mmmh… questo per dire che poi su queste cose bastano due minuti e uno ci si fissa… 😛 😛

  3. io per la mia bimba presi un lettino da borgione, poco piu di 100 ero, ma decisamente bello!
    E’ però un lettino! ora che la mia bimba sta per compiere 4 anni inizia a starci stretta…ora sono indecisa tra il kura bed e un letto ad altezza di bambina 🙂

    • Irene
      Irene Reply

      A 4 anni, secondo me ti puoi sbizzarrire come più ti/vi piace, no? 🙂

  4. Pingback: Lettino Montessoriano : cos'è e come farlo o dove comprarlo

  5. Bellissima selezione! Con l’arrivo del fratellino stiamo pensando di creare per lui e per Leo un angolo gioco/nanna proprio con la struttura Kura di Ikea. Vorrei comunque tenere rialzato di qualche cm il materasso sotto, per non poggiarlo direttamente in terra: qualche idea?
    Per la finitura della “treehouse” credo opteremo per una semplicissima struttura in legno che crei il tetto, e poi userò la stoffa, più a mia portata, semplice da usare e facile da sostituire se dovessimo un giorno cambiare idea e trasformare tutto di nuovo. Speriamo venga bene!!

  6. agnese mezzanotti Reply

    Ciao,
    sto cercando un idea originale per introdurre armadio nella cameretta di mio figlio 3 anni … non amo le soluzioni tradizionali armadi battenti , scorrevoli… perche’ toglierebbe spazio in camera…sono molto per lo stile montessori…ho visto idee carine su ikea o maison du monde.. avete altri marchi da suggerirmi a prezzi economici? dai 200 a 500 €?
    grazie

    • Irene
      Irene Reply

      Ciao, anche io non sono una grande fan degli armadi e soprattutto per questa fase volevo qualcosa che i bimbi potessero anche imparare a gestire in autonomia. Dunque io per adesso non ho fatto nessuna ricerca in questo senso, tanto è una fase transitoria, giusto? E ho usato degli scaffali Ivar con le ante (questi qui per intendersi: http://www.ikea.com/it/it/catalog/products/40033763/ ) che avevo in casa ma che comunque costano 45 euro l’uno e che ho personalizzato aggiungendo il bastone appendiabiti dentro e dei piedini sotto per rialzarli un po’ dal pavimento. Loro riescono ad aprirli e chiuderli da soli e gestire il loro piccolo guardaroba insieme a me. A me Ivar è una serie di Ikea che piace molto; il materiale è buono e i moduli sono personalizzabili all’infinito, nonché estremamente duraturi. Comunque per adesso vado avanti così e, in futuro, crescendo i bimbi in altezza aggiungerò sotto la cassettiera; quando saranno più grandi è probabile che farò fare qualcosa su misura dal falegname, in modo da ottimizzare al meglio lo spazio anche in altezza. Ma tra qualche anno!!! Per il prezzo che hanno, poi… Quando avrò finito di lavorarci sopra farò un post 😉

  7. Ciao!sono Roberta. La mia bimba Giada ha 2 anni e tra qualche settimana arriverà il fratellino.
    Per qualche mese il piccolo dormirà nella culla mentre la sorella ancora nel lettino con le sbarre.
    Quando lui dovrà passare al lettino volevo spostare Giada in un letto più grande e pensavo al kura.
    Solo che vorrei sfruttare la parte bassa e preferirei non poggiare direttamente il materasso a terra ma vorrei usare una rete a doghe almeno.
    Mi chiedevo se qualcuno di voi sa se la base a doghe lonset (90×200) di ikea vada bene…
    Grazie

    • Irene
      Irene Reply

      Ciao, tempo addietro avevo fatto tutta una ricerca insieme agli addetti Ikea ma non ricordo quale misura nello specifico andava bene! Comunque se vai in negozio loro sono disponibilissimi e ti aiutano, ormai in molti usano il Kura in maniera creativa e sono preparati 😉

    • Ciao Roberta!
      Hai scorperto se le doghe Lonset 90 x 200 vanno bene per il letto inferiore del Kura?
      E’ da giorni che sto facendo ricerche e credo di aver visto una foto su internet nella quale si intuiscono quelle doghe ma non vorrei aver preso un abbaglio…
      Fammi sapere!

      • Irene
        Irene Reply

        Macché, mi dispiace, non vado all’Ikea da secoli! Ti consiglio comunque di farci un salto con misure alla mano e controllare sul posto! È il modo migliore 😉

Write A Comment